“Le vostre azioni parlano così forte che non riesco a sentire le vostre parole.”

E’ una citazione che avrete sentito migliaia di volte, eppure in questo caso sembra scivolare a pennello sulle linee dell’esperienza Attitude.

Perché quello di Attitude è un modello in cui sono le azioni le vere protagoniste: i movimenti del corpo, i moti dell’animo, le espressioni del viso. L’azione e l’esperienza si rendono veicolo di apprendimento, aprendo nuove strade nell’orizzonte della formazione.

Abbiamo deciso di dedicare questo spazio alle impressioni di chi ha preso parte dell’esperienza Attitude, in cui, come vi abbiamo raccontato nell’articolo dedicato, i partecipanti si sono offerti senza riserve al servizio dell’arte teatrale. Si tratta dei feedback a caldo dei partecipanti, che a fine percorso sono stati invitati ed esprimere il loro punto di vista dell’esperienza vissuta:

“Molti corsi presuppongono un approccio corporale neutro: star seduti ad ascoltare o, al massimo, lavorare in gruppo. Qui invece, per la prima volta, è stato diverso: le emozioni, vive e sincere, sono state poste al centro della scena”.

“Ho capito che gestire la propria maschera non è un atto meccanico bensì un passaggio morbido e naturale dal devo stare al vero e proprio esserci… ora mi rendo conto che a mancare era l’emozione”.

“Lasciarsi andare non è così facile, quest’occasione ci ha permesso di staccare un attimo dalla quotidianità, per sentirsi davvero addosso le emozioni e le situazioni sperimentate”.

“La self confidence aiuta a non sviluppare automatismi, schemi prestabiliti, bensì ci permette di agire in modo più sentito: è una componente davvero importante del nostro bagaglio!”

Tra un’emozione e l’altra, il tempo, nell’aula, è volato… d’altronde, quando il tempo vola, è perché vi era bisogno di fare ciò che si è fatto.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>